Articoli

Diciotto giorni di viaggio per arrivare a Stoccolma, in Svezia, dove erano in programma i Giochi della V Olimpiade. Fu questo il tempo che impiegò Shizo Kanakuri per giungere a destinazione dopo essere partito dal capolinea di quella che un tempo era la prima ferrovia del Giappone, ovvero Shinbashi. Era riuscito a realizzare il suo sogno: correre una maratona e rappresentare il suo paese. Un obiettivo raggiunto grazie alla raccolta fondi organizzata dalla Scuola Normale Superiore di Tokyo dove studiava, ora Università di Tsukuba, che con 2000 yen riuscì a garantire la partecipazione del proprio studente.

Continua a leggere